Coefficienti per il calcolo del valore catastale

Per calcolare il valore catastale occorre moltiplicare la rendita catastale (o “r.c.”) dell’immobile (valore risultante da una visura catastale) per determinati coefficienti, diversi a seconda della categoria catastale cui appartiene l’immobile. La legge prescrive la rivalutazione della rendita catastale dell’immobile prima di moltiplicarla per il coefficiente legislativamente previsto. Qui di seguito, per semplificare, troverete invece i moltiplicatori utilizzabili senza necessità di rivalutare la rendita. Il valore catastale non esclude comunque l’obbligo delle parti di dichiarare nell’atto di compravendita il prezzo realmente pagato.

La rendita catastale può essere cercata anche online tramite l’apposito servizio messo a disposizione dall’Agenzia del Territorio: per entrare basta il codice fiscale e per la ricerca servono gli estremi catastali dell’immobile (comune, foglio catastale, particella/mappale ed eventuale subalterno).

Per la prima casa rendita catastale non rivalutata x 115,5
Per tutti gli altri fabbricati appartenenti ai gruppi catastali A,C (escluse A/10 e C/1) rendita catastale non rivalutata x 126
Per i fabbricati del gruppo B rendita catastale non rivalutata x 147
Per i fabbricati A/10 e D rendita catastale non rivalutata x 63
Per i fabbricati C1 ed E rendita catastale non rivalutata x 42,84
Per i terreni non edificabili (agricoli e non) reddito dominicale non rivalutato x 112,50
Casa Dolce Casa di Gennaro Senatore
Via Palmiro Togliatti 34
84083 Castel San Giorgio (SA)
C.F.: SNTGNR80H22H703A
P.IVA: 04790120655
Rea Salerno 393427 - P.iva 04790120655
0810284415
3492573284
1782241818